Quello che elimina il corpo

La medicina ufficiale,

con i suoi interventi farmacologici, non considera che qualsiasi eliminazione del corpo come diarrea, vomito, pus, sudore, entro certi limiti anche il sangue, non devono essere repressi con i farmaci ma devono essere lasciati sfogare sino a che non siano stati veramente compresi ed allora andranno via da soli o, secondo la mia competenza, andranno via con l’aiuto dei fiori che portano alla consapevolezza del perché di questi sintomi e quindi alla guarigione.

Esempio da Ippocrate:

“Ubi pus ibi vacua” (dove si manifesta il pus devi drenare)

Tutti gli operatori delle discipline olistiche sanno questo.

Ed allora vogliono vendere farmaci o vogliono veramente curare?

 

Da uno scambio di e-mail:

Paziente: “Avevo mangiato un panino sull’autostrada e mi è venuta una forte diarrea dopo di che ho preso una pasticca di imodium ho fermato la diarrea ma ho mal di pancia da 4 giorni. È faccio difficoltà ad andare in bagno”

Io: “La diarrea non di deve mai fermare e non proviene dal panino che hai mangiato ma da una situazione che non tolleri.”

Paziente: “Quindi che faccio x guarire?”

Io: “Stai digiuno un giorno e consulta un altro medico”

L’esperimento in doppio cieco

L’esperimento in doppio cieco serve per misurare l’efficacia del farmaco .

In uno studio in doppio cieco (double blind in inglese), né i pazienti né i medici sanno chi sta assumendo la cura sperimentale e chi il placebo. Le etichette dei farmaci e dei placebo portano dei codici, che vengono svelati solo alla fine dell’esperimento, o in caso di necessità.

Questo esperimento non mi ha mai convinto perché anche le persone che avrebbero  avuto effetti dal farmaco , poiché l’effetto placebo risiede nella coscienza della persona e pertanto non si può quantizzare nè misurare nè tantomeno individuare e prevedere , che ne sappiamo che anche il farmaco stesso non continui a funzionare come effetto placebo ? Come si può pretendere di ” misurarsi scientificamente ” con una coscienza ?

Siccome si agisce al cospetto di una coscienza , non si può fare un esperimento scientifico in tutti i casi , neanche cambiando i termini dell’esperimento perché  la coscienza non è prevedibile .