L’esperimento in doppio cieco

L’esperimento in doppio cieco serve per misurare l’efficacia del farmaco .

In uno studio in doppio cieco (double blind in inglese), né i pazienti né i medici sanno chi sta assumendo la cura sperimentale e chi il placebo. Le etichette dei farmaci e dei placebo portano dei codici, che vengono svelati solo alla fine dell’esperimento, o in caso di necessità.

Questo esperimento non mi ha mai convinto perché anche le persone che avrebbero  avuto effetti dal farmaco , poiché l’effetto placebo risiede nella coscienza della persona e pertanto non si può quantizzare nè misurare nè tantomeno individuare e prevedere , che ne sappiamo che anche il farmaco stesso non continui a funzionare come effetto placebo ? Come si può pretendere di ” misurarsi scientificamente ” con una coscienza ?

Siccome si agisce al cospetto di una coscienza , non si può fare un esperimento scientifico in tutti i casi , neanche cambiando i termini dell’esperimento perché  la coscienza non è prevedibile .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *