Problema ai denti

Una storia di denti. Lunedi mattina scorso mi tolgono un vecchio impianto del sesto superiore destro. Una settimana prima si era staccato dall’osso e ormai avevo un’infezione sempre più fastidiosa. L’intervento è stato veloce, un po’ di anestesia in più per preparare il ponte. Uscita dallo studio dentistico stavo così bene per essermi liberata dell’infezione che ero pronta per le mie commissioni. Ma appena prendo Rescue Remedy (RR) e Arnica 5 CH mi rendo conto che l’idea è proprio sbagliata. Via a casa, distesa a letto, ad ascoltarmi. RR (4 gocce) ogni mezz’ora, Arnica (3 granuli) ogni ora e sciacqui con Calendula TM ed estratto di semi di pompelmo. C’era un gran movimento in bocca, flussi di dolore in tutte le direzioni, fin verso le 13, poi è passato e sono andata al lavoro nel pomeriggio. Ma in ufficio sono stata a malapena in grado di rispondere al telefono, dal male che avevo. Alla sera, di nuovo a letto, sino a tutto martedì mattina. Ancora rimedi e sciacqui e impacchi di argilla + sale grosso + Arnica + SoB + Crab Apple. Nel pomeriggio sono andata in ufficio, senza dolori, solo un po’ di gonfiore. Da notare che non ho preso l’antibiotico e neanche l’antidolorifico (evidente!). Da mercoledi mattina tutto a posto. Ho notato che: 1) l’anestesia intossica alla grande. Lunedi sera mi pareva di avere gli occhi di un drogato e per due notti ho fatto sogni terrificanti. Ancora oggi il punto che resta un po’ sensibile è uno dei buchi dell’anestesia. Martedì mattina ho avuto anche un po’ di tachicardia. Forse la stavo smaltendo? 2) E’ meglio un po’ di dolore e prendersi un po’ di tempo, il corpo può ripararsi in santa pace e i rimedi lo aiutano. C’è prima un lavoro generale, poi sempre più nel dettaglio. Mi è sembrato che l’impasto di argilla abbia “raccolto” le tossine e poi, in un paio di colpi, le abbia rimosse dalla zona. Mi spiego cosi’ le due fitte improvvise, la seconda più blanda, che ho avuto prima di togliermi la pappa dal viso. 3) Tutto sommato il dolore se ne è andato via velocemente lo stesso e il gonfiore non è mai stato esagerato. 4) RR è stato immediato nel farmi cambiare idea. Potenza dei fiori a risvegliare l’intelligenza a tutti i livelli!! Adesso penso che studierò la storia della mia bocca insieme alle mappe di Kramer.

Qualche bella storia.

Un nipote si lamenta perché da qualche tempo ha il testicolo sinistro gonfio e infiammato “come se le vene fossero dilatate”. Il medico di base gli dà degli antibiotici. Scopro questo circa un mese fa accompagnandolo da un altro medico (in famiglia sono tutti preoccupatissimi). Scopriamo che in primavera era innamorato ma la ragazza l’aveva rifiutato. …Ride e gli si accendono gli occhi. Il dottore lo liquida con antinfiammatori naturali dicendo che non è niente e dopo gli preparo una miscela con Holly, Sweet Chestnut (mappe) e Vervain (passione). Va tutto a posto nel giro di qualche giorno.

Sempre in settembre: mio padre con una brutta tosse grassa e un “fischio” di notte. Il medico sente un rumore al polmone e consiglia Tac. Lui prende già miscela antitumorale per un problema alla prostata. E’ teso e preoccupato. Mi viene consigliato White Chestnut, Heather e Chicory. La tosse si scioglie nel giro di una settimana. Ieri il medico gli dice che “è merito di tua figlia se il focolaio si è sciolto..”.

Ancora settembre. Vado a raccogliere le pannocchie in campagna e due settimane dopo sento un linfonodo gonfio e dolorante tra il seno destro e l’ascella. Forse una puntura d’insetto? ma è passato tanto tempo. Prendo Holly e Beech da mappa più un olio da massaggio con questi fiori. Il linfonodo si riassorbe completamente nel giro di due settimane.

Una cognata ha problemi al lavoro. E’ un ufficio dove cercano di dare il massimo ma spesso arrivano persone maleducate. Inoltre c’è una collega particolarmente negativa che la tartassa continuamente. Le consiglio bigliettino con nome e cognome della collega nella scarpa sinistra e le preparo la miscela di Fiori per armonizzare gli ambienti (Aspen, Crab Apple, Walnut, Holly, Centaury e aggiungo Mountain Devil in uno spruzzino da 500 ml con un po’ di olio essenziale di Bergamotto). Dopo una settimana mi dice che da quando tiene il bigliettino la collega si è calmata. Ma il bello viene con la miscela: ieri mi chiama preoccupata pechè da quando spruzza si rompe tutto!! Stampante, terminale, fotocopiatrice e persino l’erogatore di denaro esterno all’ufficio. Una bella pulizia dallo stress ambientale direi! Ride al telefono.

domenica mattina sono a una festa, scendendo le scale non vedo l’ultimo scalino e cado come un sacco di patate sopra il piede destro, storcendolo. Non ho con me nulla nella borsetta ma comincio a ripetere mentalmente “Rescue Remedy”. Nel tardo pomeriggio passo dall’aggiustaossi del quartiere che mi conferma che non c’è niente di rotto. Mi fa molto male ma riesco a camminare. A casa comincio: impacco di argilla con acqua in cui ho sciolto 3 granuli di Arnica… Montana 5 ch + SOB e Sweet C.(da mappa) prendo SOB e SC puri e Arnica. Cambio l’impacco due volte prima di andare a dormire. Da quando comincio a prendere i rimedi il piede mi fa sempre più male tanto che sono costretta a girare in casa con le stampelle, non posso neanche sfiorare i piede. Sembra che laggiù ci sia un’officina: male forte di qua e di la’, punti che pulsano, un gran lavoro…..Penso che la mattina dopo mi aspetta un viaggio di tre ore e mezza con spostamento a piedi sotto la pioggia…..fiduciosa vado a nanna e mi sveglio completamente a posto. A distanza di una settimana non c’è neanche l’ematoma, intorno alla caviglia solo una piccola sfumatura di “grigio”

Lunedi sera: sintomi di pre-influenza, tanto muco, dolori che vanno e vengono sulla schiena e nelle gambe, mancanza di appetito. Vado a letto presto e comincio a prendere Rescue Remedy. Di notte sudo tantissimo ma dormo e mi sveglio senza dolori, ancora un po’ di raffreddore. Martedi al lavoro e continuo con RR (1gx 6v.), dieta leggera, acqua bollita (ricetta Ayurvedica), riposo cioè vado a letto presto. Mercoledì appena un po’ di naso gocciolante. Oggi tutto ok. In passato ci mettevo una settimana a recuperare.

Gentilmente mi potete aiutare: mia madre (74 anni molto ben portati) è caduta di sedere sulle scale e adesso sul gluteo sinistro ha un ematoma a forma di mela che sporge….il fatto è successo circa una settimana fa, abbiamo dato arnica, prodotti ayurvedici e antiinfiammatori naturali…però le prospettano l’incisione per togliere la sacca di sangue. Vorremmo arrivare alla prossima visita ortopedica, fra una settimana, nella situazione migliore possibile, magari potendo evitare qualsiasi intervento…..grazie per l’aiuto!!

abbiamo fatto impacchi di argilla con arnica sciolta in acqua , star of bethlem, sweet chestnut come ha detto la Dott..sa Mereu e mi ha detto che dalla sera alla mattina il dolore si è molto attenuato! e col passare dei giorni fa sempre meno male. la cosa importante è che sta affrontando l’idea di quello che potrebbe succedere con molta serenità. Spero sempre però che arrivi al giorno della visita così bene che l’intervento non sia necessario….che dire? come sempre GRAZIE! e spero un giorno di vedere Gabriella dalle nostre parti in Friuli

Epilogo della storia: alla visita con l’ortopedico questo le ha detto che non serve assolutamente incidere anzi lo sconsiglia vivamente.

ultimo aggiornamento: il fisioterapista ha detto: “viste le premesse, non avrei mai creduto che tutto si sarebbe risolto così velocemente e bene….” tenete conto che non l’ha vista nell’ultima settimana e lei ha sempre continuato a mettere i Fiori di Bach! Nell’ultima settimana la botta si è praticamente dissolta! Viva i Fiori di Bach e viva Gabriella

Gloriana Dalmazi Bianchettin

AUTORIZZO LA DOTT.SSA GABRIELLA MEREU AD UTILIZZARE LA MIA TESTIMONIANZA IN QUALSIASI SEDE.